Un po 'di informazioni per coloro che cercano di acquistare proprietà in Gandia

Gandia una delle principali città di Valencia.
La città di Gandia si trova a circa 65 km a sud di Valencia e 116 km a nord di Alicante, ed è una delle più grandi città costiere e un segreto piuttosto ben tenuto. Tradizionalmente il turismo di Gandia è spagnola con sede con una parte importante di esso provenienti da Madrid. Sembra però che il gatto può essere fuori dal sacco con sempre più il turismo straniero viene in questa zona. Con il turismo straniero, abbiamo visto anche un aumento della quantità di persone che vengono a vivere. Gandia è un fiorente centro di commercio, e come tale non si basa esclusivamente sul turismo. La spiaggia e la città sono in realtà 2 km circa a parte che riesce a separare il turismo estivo da vivere giorno per giorno. Immaginate, a metà del mese di agosto poter visitare la banca a Gandia senza combattere attraverso orde di persone che sventolano i travellers 'cheque e odorano di creme abbronzanti, per poi essere in grado di visitare la spiaggia e ed essere nel bel mezzo di tutto questo. Gli stessi vantaggi esistono anche nel periodo invernale. A differenza di molte città costiere che diventano deserte come l'approccio mesi più freddi, Gandia in sé rimane popolato e aperto.

Le arance sono una notevole fonte di reddito, ma anche cipolle, pomodori, peperoni e molte altre colture naturali a La Conca de la Safor, manipolati e confezionati nei numerosi negozi locali, contribuiscono alla evidente ricchezza della zona, insieme con le industrie che rendere il più vario di merci, i negozi che loro e il turismo, che ha un importante infrastruttura alberghiera distribuita lungo la costa vendono.

Tutti questi prodotti sono stati esportati, fino a poco tempo, attraverso il porto di Gandia, inaugurato nel 1893 a causa di una società inglese che ha costruito la ferrovia a scartamento ridotto da Alcoi a Gandia, dove le barche aziendali scaricate il carbone che riscalda le caldaie di fabbrica. Il porto è stato per molti anni il principale punto di esportazione di arance di Valencia e, anche se non ha il traffico che ha usato per avere negli anni sessanta, il porto di Gandia ha ancora una flotta da pesca di una certa importanza, mentre i trasporti terrestri ha sostituito trasporto via mare . Questo ha generato la comparsa di molte aziende di trasporto che possiedono flotte di camion a lunga distanza che percorrono le strade e autostrade d'Europa e portano il nome di Gandia in ogni parte del mondo in cui merita di essere conosciuto.

gandia1

Gandia, un glorioso passato e presente molto solida.
quadrato La Constitució è il civico, affari, centro culturale e religioso di Gandia, non solo perché i suoi dintorni hanno il municipio e la chiesa di Santa Maria Collegiata, ma anche perché alcune delle strade più commerciali della capitale di La Safor finisce qui. strade vivace durante gran parte della giornata, negozi pieni di merce più svariate per essere trovato; luoghi in cui l'antica tradizione artigianale è continuato dagli artigiani nei pressi della piazza del mercato, il vero luogo commerciale di una qualsiasi città attiva.

El Palau Ducal de Gandia, una costruzione ben costruito costruito intorno ad un grande cortile centrale, è uno dei monumenti architettonici che meglio definiscono il periodo feudale di Gandia, quando grandi edifici erano un simbolo del potere e prestigio sociale della nobiltà. Il luogo di nascita di Sant Francesc de Borja, che era praticamente diventata una rovina, è stata acquisita dai Gesuiti nel 1890, e ha iniziato la sua ricostruzione, in quanto considerato come un simbolo spirituale dell'ordine.

Le due rampe di scale monumentali sono la parte più rilevante del palazzo, dove è conservata l'unica finestra ogivale dal vecchio edificio. All'interno della casa natale di Francesc de Borja, un edificio che è diventato un testimone silenzioso degli eventi più vasta portata nella storia locale, possiamo ammirare diverse sale come quella di Les Corones, Els Carròs o Els Centelles. Ci sono anche alcune interessanti collezioni, una di loro, formate da diversi pezzi di Manises ceramica, è particolarmente eccezionale. Ma El Palau Ducale è impregnata soprattutto con lo spirito di Sant Francesc, se lo desideri dai suoi restauratori fin dall'inizio.

Gandia chiesa collegiata, dove si venera Santa Maria, è un eccellente esempio di architettura gotica di Valencia, paragonabile agli edifici più emblematici della Valenciana 15 ° secolo. Creato come chiesa parrocchiale per il borgo Bailén nel 13 ° secolo, la chiesa gotica fu costruita per ordine del duca Alfons el Vell nel corso dei secoli 14 e 15. Particolarmente rilevante è il primo periodo è la porta di Els apostols e la scultura gruppo rappresentandoli, il lavoro di Pere Llobert.

Nel 1499 la duchessa Maria Enríquez ottenuto da suo padre-in-law, papa Alessandro VI, il nome di Santa Maria per la chiesa parrocchiale e, dal suo ordine, gli elementi sono stati aggiunti al palazzo dei primi, anche se, secondo i suoi desideri, il costruttore cercato di rispettare le caratteristiche dello stile gotico originale. Gli episodi di violenza sfortunati della guerra civile spagnola hanno distrutto molti dei tesori conservati nella chiesa. Soprattutto notevole tra questi è una pala d'altare rinascimentale di Paolo di San Leocadio e un altro da Damià Formant. Di Santa Maria chiesa collegiata, dichiarata monumento storico nel 1931, ha iniziato ad essere restaurato nel 1940.

Duke Alfons de Vell è uno dei personaggi storici più ricordati da oggi Gandia. Sant Marc ospedale, risalente agli inizi del 14 ° secolo, è stato costruito alla sua iniziativa. L'edificio, che è in fase di restauro, è stata ricostruita nella prima metà del 16 ° secolo; è costituito da una corte centrale circondata dalle camere di degenza, con un notevole tetto e archi sottili.

Ma Gandia non vive nel passato, naturalmente. La passerella lasciando il centro città in direzione di El Parc de l'Est può rappresentare il passaggio dal passato al presente. Un regalo che è evidente ogni Sabato nella piazza del mercato e che, molto spesso, espone il suo dinamismo nelle feste, eventi pubblici e spettacoli di intrattenimento e culturali che si svolgono in questo nuovo spazio dedicato alle attività del tempo libero.

Gandia, la cultura e il patrimonio.
Il ricordo di Ausiàs marzo, il più grande poeta che la letteratura di Valencia ha prodotto, riempie i suoi connazionali con orgoglio. Nato nel 1397, una data che è stimato solo, il nobile cavaliere, discendente da una famiglia di poeti e diplomatici, ha partecipato a diverse spedizioni militari nel Mediterraneo e, quando aveva 27, è tornato alle sue terre native, che ha non ancora a sinistra fino alla sua morte a Valencia, il 3 marzo, 1459, che sappiamo per certo. Il monumento a Gandia dedicato al più grande uomo di Valencia delle arti non è un impegno che doveva essere effettuata, ma l'espressione dell'amore della città si sente per il poeta.

Altri nomi legati Gandia e letteratura mondiale sono quelli di Joanot Matorell e Joan Rois de Corella. Il primo, autore del romanzo 'Tirant lo Blanc', sposata nella famiglia marzo e, oltre a diventare il primo scrittore moderno nella cultura occidentale, era un uomo d'azione, e caldo temperato troppo. Quest'ultimo, Mossén rois de Corella, era un poeta e saggista italianizzare, un sofisticato osservatore della realtà, uno stilista meticolosa e un uomo d'azione e di pensiero. La sua ideologia umanista gli ha dato molti problemi con l'Inquisizione, il tribunale che non solo controllato le azioni delle persone, ma anche le loro ideologie, comprese quelle che hanno partecipato Gandia Università, al momento, un'istituzione che oggi fa rivivere ogni estate quei tempi gloriosi, ora senza la evidente censura dell'Inquisizione.

Gandia, come il suo Xàtiva vicina, si sente storicamente e sentimentalmente legato alla famiglia Borja. Ma il rapporto di Gandia con Xàtiva inizia dopo il periodo glorioso della famiglia da quando ha cominciato con il Papa Alessandro VI ha acquistato il ducato di Gandia per i suoi figli. E l'uomo che afferra veramente l'attenzione del popolo di Gandia Sant Francesc de Borja (Borgia), nipote del Papa. Un Borja che aveva ben poco a che fare con la leggenda terrificante dei suoi antenati e che è conosciuto con il nome di El Sant Duc de Gandia.

L'uomo che doveva diventare Sant Francesc de Borja è nato a Gandia nel 1510 e, fin dalla sua giovinezza, aveva i messaggi importanti alla corte di Carlo I (Carlo I). Ma dopo una giornata a contemplare il corpo della regina Isabella, l'immagine della morte fece prendere una decisione che avrebbe cambiato la sua vita radicalmente; abbandonò il mondo della corte e divenne un membro della Compagnia di Gesù, della quale divenne generale. Un uomo con notevole influenza, il santo Borja ha fatto molte cose per la sua città, mentre era il suo padrone; ha fondato la sua università e altre istituzioni culturali e religiose, e ha cercato di aiutare i suoi connazionali quanto più poteva. Nel 1671 è stato canonizzato da papa Clemente XI, e Sant Francesc de Borja è il santo patrono di Gandia, la città che è stata in grado di preservare in modo esemplare il palazzo in cui questo santo Valenciana è nato.

La lunga tradizione letteraria di Gandia e la sua area non ha perso nulla della sua importanza con il passare del tempo, ma piuttosto si è consolidata. Nomi come quelli di El Senyoriu de Beniarjó, Ausiàs marzo o Joanot Matorell danno una reputazione invidiabile per i premi letterari conferiti ogni anno da Gandia. E anche i nomi di alcuni degli scrittori contemporanei più influenti, come Josep Piera, continuano a onorare la letteratura creato a Gandia, la sua area e nel mondo.

Gandia vita culturale pulsa nella città tutto l'anno, ma si intensifica intorno alle feste, quando i premi letterari sono assegnati e quando si svolgono le attività interessanti se L'Univeritat d'Estiu, El Festival Internacional de Música Clàsica o le diverse mostre d'arte .

Le celebrazioni sono anche cultura, forse di un altro tipo, ma se necessario, come la letteratura, la musica o la pittura. E Gandia tiene così numerosi festival, che non potevano essere tutti menzionati in questo spazio limitato: Les Falles in primavera, Les Fogueres o falò in estate, le celebrazioni locali in autunno, dopo che sono stati annunciati da El Tio de la Porra -ië la uomo con il club-. Sono solo alcune delle scuse Gandia ha bisogno di vestirsi in abiti di festa, riempire le strade con la luce, la musica e le stringhe di fuochi d'artificio e trasmettere la sua gioia ai suoi visitatori.

gan3

Gandia offre cibo eccellente, così come solo il sole e la spiaggia
Gandia’s fields give a variety of vegetables which the traveller must necessarily associate with cookery in the same way as a visit to the fish market lets loose our culinary imagination with the wealth supplied by the sea. it is difficult to suggest a menu that that could summarise the gastronomic delicacies of the area. But it might be appropriate to begin with a walk by the sea in order to choose the place where to have a meal as well as to wet the appetite.

As starters, grilled shellfish, a good helping of octopus, dries by the sea breeze and the sun of La Safor, a ‘figatell’ -big meatball with liver, minced beef and spices-, snails, mussels full of Mediterranean flavour, or vegetables to help us to get to the heart of our subject.

There are also some nourishing dishes, but if the traveller decides on rice, which is almost a must in these lands, he should try a speciality that the vegetables of the season. So, according to the time of year, we can try rice with beans and turnip, another with fava beans and artichoke, or a milder one with chards and codfish, typical of Lent. It goes without saying that there are also the thousand possibilities that a paella offers and, moreover, the ‘allipebre’, stomach permitting. And if the stomach is no longer tempted by such strong dishes, a fish stew or any of the grilled local fish, are a good alternative to the gastronomy of the Valencian central areas.

In any case, the local speciality is ‘La fideuada’, which consist basically of a shellfish paella cooked with thick vermicelli where all the taste is concentrated. A dish that the locals consider their own, about whose origin they tell different stories and which is the pride of many restaurants in La Safor.

List all property for sale in Gandia